Emergenza COVID-19 – Autostrade: modalità operative per Asti e Cuneo

Stabilite le modalità di intervento del trattamento ordinario di integrazione salariale con causale “emergenza COVID-19” per i dipendenti della Autostrade delle province di Asti e Cuneo

L’azienda ricorrerà all’intervento della CIGO limitatamente al periodo dal giorno 30 marzo 2020 al giorno 31 maggio 2020 con la causale “emergenza covid – 19”. Durante detto periodo saranno mantenuti i livelli occupazionali e sospesi i licenziamenti.
All’integrazione salariale saranno interessati numero 43 dipendenti che saranno sospesi in cassa integrazione guadagni ordinaria COVID – 19 a orario ridotto ovvero a zero ore/giorno; detto personale usufruirà delle giornate di ferie non godute e, su richiesta dello stesso da inviare alla direzione del personale, delle giornate di permesso contrattuale residue. Una volta godute le giornate di ferie accantonate al dipendente sarà riconosciuto il trattamento di integrazione salariale.
L’azienda, compatibilmente alle mansioni del personale, favorirà la rotazione dello stesso al fine di attenuare le ricadute economiche derivanti dal trattamento di CIGO COVID – 19.
La società anticiperà il trattamento di integrazione salariale a carico INPS alle normali scadenze mensili e favorirà l’intervento del fondo bilaterale di settore EBINAT secondo quanto verrà stabilito in sede nazionale;


Fermo quanto esposto ai punti che precedono, l’azienda si impegna a mantenere gli attuali presidi minimi (1-1-1) ove non confliggano col pieno rispetto di tutte le disposizioni fino ad oggi emesse dal Governo in tema di contenimento del contagio e tutela della salute dei lavoratori.
L’azienda comunica, infine, di aver stipulato per tutto il personale dipendente in forza una polizza assicurativa “COVID 19 protezione assicurativa dipendenti”